Gioca a Mahjong Solitario

Mahjong: Un'introduzione nel mondo occidentale


Un antropologo americano di nome Stewart Culin nel 1895, citò il Mahjong in una delle sue pubblicazioni.
Questa fu la prima apparizione del gioco in documenti scritti non in cinese. Dal 1910 in poi, vi furono numerose apparizioni in varie lingue, incluse giapponese e francese. Negli anni venti il Mahjong fu poi importato negli Stati Uniti.
Nel 1920 Abercrombie e Fitch iniziarono a vendere i primi set di mahjong negli Stati Uniti. Divenne un gioco molto popolare a New York, e il proprietario Ezra Fitch, inviò alcuni ambasciatori nei villaggi cinesi per acquistare e importare tutti i set di mahjong che avrebbero trovato.
Abercrombie e Fitch raggiunsero più di 12.000 vendite di set di Mahjong.

Joseph Park Babcock nel 1920 pubblicò il suo libro "Rules of Mah-Jongg", conosciuto anche come il "libro rosso", fu la prima edizione di mahjong conosciuta in America. Babcock imparò il gioco durante la sua permanenza in Cina.
Le regole di Babcock resero il gioco più semplice e facile per gli americani, e la sua versione fu la più popolare durante il boom degli anni 20. Più tardi, dopo il successo negli anni 20, molte delle semplificazioni di Babcock furono accantonate.

Il gioco è stato soprannominato in molti modi diversi, come ad esempio "Il gioco delle mille intelligenze" e "Pung Chow". Durante quegli anni in America, le serate Mahjong prevedevano persone in abiti cinesi, in stanze decorate in stile asiatico.
Sono state scritte anche alcune canzoni, durante questo periodo, come ad esempio "Since Ma is Playing Mah Jong" di Eddie Cantor.

Una vasta gamma di varianti di mahjong sono state inoltre prodotte. Durante gli anni 30, furono introdotte un gran numero di regole nuove, sostanzialmente diverse dalla versione originale di Babcock (incluse alcune regole fondamentali, come il concetto della mano classica).
La variante più diffusa, che poi divenne "il mahjong americano", era molto diffusa tra le donne ebree. Nel 1937 ci fu la standardizzazione del gioco grazie alla National Mah Jongg League (NMJL), con l'aiuto della guida americana "Maajh: The American Version of the Ancient Chinese Game".

Durante il periodo di Babcock quando il gioco fu accettato da tutte le etnie appartenenti agli Stati Uniti, molti credettero che questa fosse la versione americana di un gioco ebreo, dal momento che molti giocatori erano di origini ebree.
I giocatori ebrei fondarono il NMJL e sono rinomati come organizzazione ebrea. Inoltre, il gioco divenne un'attività sociale di famiglia, e non un gioco d'azzardo.
In seguito, fu istituita una seconda associazione, la "American Mah Jongg Association". L'AMJA attualmente organizza tornei in America, il più famoso dei quali si svolge al "Trump Taj Mahal Casino Resort" nella città di Atlantic City, New Jersey.

Nel 1977 l'autore inglese Alan D. Millington integrò la versione tradizionale cinese degli anni 20 nel suo libro "The Complete Book of Mah-jongg". Questo libro incorpora le regole tradizionali del gioco. Un gran numero di giocatori considera il lavoro di Millington fondamentale.
Il Mahjong come gioco non fu introdotto così per la prima volta. Fu infatti introdotto da W. H. Wilkinson, con il nome di "Khanhoo", prima del 1895. In seguito numerosi autori revisionarono le regole e resero il gioco famoso.



Torna all'Enciclopedia del Mahjong

Torna alla homepage di Mahjong.







Play Mahjong   © Copyright 2008-2017 MahjongDragon.com. Tutti i diritti riservati.
Il link ai Termini di Utilizzo del sito è disponibile in fondo ad ogni pagina, mentre usi il nostro sito dichiari di accettarli.